Articoli

Oggi, 25 novembre 2020, parte la nuova iniziativa benefica di Patchworkvictim: abbiamo scelto questa data simbolica perchè sarà un progetto fatto da donne e dedicato alle donne e si svilupperà da oggi all’8 marzo 2021. Nostra partner in questo viaggio è Paola Machetta, che a partire dallo scorso aprile ci ha guidate attraverso il suo stile di patchwork improv con una serie di appuntamenti che ci hanno unito attraverso dei collegamenti su Zoom (se ve li siete persi, potete vedere gli interventi di Paola sulla nostra pagina Youtube).

La nostra maratona di cucito inizia oggi, vuoi farne parte?

Presentazione a due voci del nuovo progetto

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un quilt matrimoniale composto da 132 blocchi diversi, realizzati in stile improv: tu puoi aiutarci realizzando uno o più blocchi. Ecco come devi fare:

  • scrivici ad info@patchworkvictim.it dicendo che desideri partecipare al progetto e indicando se ti impegni a realizzare uno o più blocchi;
  • cuci il tuo blocco seguendo queste semplici regole: dimensione di 25 x 25 cm, sfondo in tinta unita, stile minimalista improv (nel video Paola mostra alcuni esempi e da dei consigli su come realizzarli); per avere un’armonia nel progetto, ti chiediamo di utilizzare tessuti azzurri e bianchi, per la maggior parte solidi;
  • consegna o spedisci il tuo contributo entro il 31 gennaio 2021 a Patchworkvictim, via Valdirivo 23/c, Trieste.

L’assemblaggio dei blocchi sarà curato da Paola e Francesca; la quiltatura verrà affidata alla bravissima Tiziana Tomè di Officina Tessile che ha con grande generosità accettato di aiutarci gratuitamente; l’imbottitura, il retro ed il tessuto per il binding verrà messo a disposizione dalla Cooperativa Torrenuvola. Ancora una volta al nostro fianco ci sarà Aurifil, il nostro filato preferito, che si è impegnato a donare a Tiziana il filo per la quiltatura e che offrirà alcuni premi per le partecipanti.

Il quilt così realizzato costituirà il premio di una lotteria il cui ricavato verrà interamente devoluto all’associazione G.O.A.P. Centro Antiviolenza di Trieste.

Fare patchwork è fantastico, ci da serenità anche nei periodi più difficili: cucire per una buona causa è speciale ed insieme possiamo fare molto, l’abbiamo già dimostrato!

I primi blocchi sono pronti, ma ora abbiamo bisogno dei tuoi: tira fuori i tuoi tessuti azzurri e scrivici per entrare a far parte di questo nuovo progetto!

Avete mai fatto una maratona? Di corsa (io no), di serie tv (questa sì), di studio pre-esame (eccome!), di ricamo (sì, ma ho ceduto)… oppure? Raccontarcele nei commenti.

Io sto per iniziare una maratona di cucito, per cercare di portare alla fine il progetto dei libretti tessili a favore di Little dresses for Africa: se da un lato l’iniziativa è andata benissimo, perchè siamo state letteralmente sommerse di pagine con animali fantastici, dall’altro il progetto di coinvolgere le nostre amiche per assemblare i libretti non è andato esattamente come previsto e la pila delle pagine da cucire è ancora terribilmente alta, così… Ho pensato di lanciare una sfida a me stessa: ne cucirò (almeno) uno al giorno e ve li mostrerò nelle stories di Instagram (e di Facebook). Seguitele per cercare i vostri animali e per vedere come sono uno più bello dell’altro.

Ma soprattutto seguitemi per controllare che non sgarri e per farmi sentire il vostro incoraggiamento, ok?

Io mi sono già messa al lavoro ed ho anche trovato due bravissimi aiutanti che mi hanno aiutato a dividere le pagine… con grande divertimento ed un sacco di versi animaleschi! Ah, se solo sapessero già cucire!

Sul nostro canale Youtube trovi un video di presentazione della maratona a base di libretti: clicca qui per vederlo.

Vado a cucire, ci vediamo nelle stories! A presto!

E’ passato un po’ di tempo dalla scadenza per la consegna delle pagine dei libretti tessili che vogliamo donare a Little dresses for Africa Italia (se non sai di cosa sto parlando clicca qui per leggere la presentazione del progetto) e voglio raccontarti a che punto siamo: l’iniziativa ha conquistato cuore e mani di tante amiche ed abbiamo ricevuto moltissime pagine. In molti casi le pagine sono state cucite a più mani, da sorelle, amiche, famiglie, associazioni, gruppi e negozi; ci avete messo amore e tante stoffe colorate, a volte bizzarre, di certo sempre originali.

Continua a leggere

La prima fase del progetto Polaroid for Children si è conclusa e non vi nascondo che siamo orgogliosissimi di aver ricevuto oltre 200 polaroid: ora si tratta di rimboccarsi le maniche e di trasformare i vostri piccoli capolavori in quilt da donare all’Associazione ABC Burlo bambini chirurgici di Trieste. Abbiamo fissato una giornata da dedicare all’assemblaggio, giovedì 15 febbraio, durante la quale potremo contare sull’aiuto di Roberta Sperandio, la nostra insegnate di patchwork, che porterà esperienza, buon gusto e le sue abili mani per aiutarci in questo importante progetto.

Vuoi lavorare insieme a noi? Sarà l’occasione per imparare alcune delle tecniche più efficaci per realizzare dei polaroid’s quilt!

Ti aspettiamo, al mattino (10-12.30) o al pomeriggio (14-16.30): scrivici per permetterci di organizzare al meglio spazi e macchine.

E se sei troppo distante per raggiungerci, continua a seguirci ed a fare il tifo per noi ;)

Aggiornamento: il nostro progetto ha ricevuto il sostegno della Aurifil, che ha deciso di donarci il filo per cucire le polaroid; come se ciò non ci rendesse già abbastanza orgogliose, Aurifil ci farà avare anche un gentile omaggio per chi ci aiuterà nell’assemblaggio! Grazie!

E’ con grande emozione che oggi vi presentiamo il nostro primo progetto benefico: l’abbiamo chiamato “Polaroid for children” perchè si rifà al tema delle polaroid, progetto molto amato dalle quilters italiane e di tutto il mondo. Vi va di partecipare? Ecco di seguito il bando, che potete scaricare in versione pdf cliccando qui.

Continua a leggere